• Da “Winenews.it” del 03/04/2013

    Architettura, vino e paesaggio il tutto in un equilibrio perfetto. Ecco “La cantina di Prometeo”, premio di architettura new entry a “GustoCortina” 2013 (Cortina d’Ampezzo, 16/17 giugno), con giuria d’eccezione…

    Architettura, vino e paesaggio il tutto in un equilibrio perfetto. Ecco “La cantina di Prometeo: spazio del lavoro e processi di vinificazione”, il premio di architettura che “incoronerà” il progetto che meglio rappresenta l’integrazione fra questi tre elementi, il cui logo verrà realizzato grazie alla collaborazione dell’Istituto d’Arte di Cortina, new entry di “GustoCortina” 2013, kermesse delle eccellenze del gusto italiano di scena a Cortina d’Ampezzo il 16 e 17 giugno, promossa con il patrocinio della Regione Veneto, Comune di Cortina, Regole d’Ampezzo, Expo 2015, Vite in Montagna, Università Cà Foscari di Venezia e Master Cultura del Cibo e Vino dell’Iuav-Istituto Universitario di Architettura di Venezia (info: www.gustocortina.it). Il premio avrà una giuria d’eccezione composta da personalità di spicco come il rettore Iuav (Istituto Universitario di Architettura di Venezia) Amerigo Restucci, l’architetto Paolo Portoghesi, il professore Renato Dobbino, il professore Francesco Amendolagine e l’architetto Gian Camillo Custoza. Ed il riconoscimento sarà consegnato a “Gusto Cortina”, che torna ancora come vetrina delle eccellenze dell’enogastronomia e dell’enoturismo italiani. Ad impreziosire la due giorni saranno, infatti, le migliori espressioni dell’enologia, insieme alle specialità gastronomiche esaltate dalla maestria dei più autorevoli chef del territorio, in un clima di calda accoglienza secondo la migliore tradizione ampezzana. “Gusto Cortina” 2013 sarà una vetrina delle migliori espressioni del made in Italy che attraverso degustazioni, incontri, seminari, tavole rotonde e appuntamenti culturali, coinvolgerà oltre un centinaio di selezionati produttori wine & food e imprenditori del settore turistico, aprendo le
    porte alle più autorevoli testate giornalistiche dell’enogastronomia e del turismo enogastronomico, anche agli attesi importatori e operatori internazionali del settore. Attenzione importante sarà rivolta anche ai mercati esteri in primis la Russia, con la partecipazione di Sabina Zanardi Landi, consorte dell’ambasciatore italiano a Mosca Antonio Zanardi Landi, a sottolineare il grande interesse con il quale la Russia guarda alle eccellenze italiane e alle meraviglie del Belpaese. Tra le novità 2013 tanti addetti ai lavori (albergatori, ristoratori, distributori e buyer) italiani ed esteri (Russia, Cina, Germania, Giappone, America, Inghilterra ed altri) e tour operator internazionali. “Cortina si propone, così, di diventare un “polo del gusto” made in Italy – spiegano gli organizzatori Maria Pia Montanari (Golden Moon) e Gherardo Manaigo dello storico Hotel de la Poste – rivendicando il suo ruolo di “capitale della viticoltura eroica” anche per la presenza del “Vigneto 1350” (l’innovativo progetto è ideato e realizzato da Fabrizio Zardini, ndr), un vigneto sperimentale, il più alto vigneto d’Europa, situato alle falde del Monte Pomagagnon”. Inoltre, in virtù dell’alleanza tra il vigneto di Cortina e un altro vigneto estremo del Veneto, quello di Venissa, impiantato da Gianluca Bisol in un’isola nel cuore della laguna veneziana, è stata, recentemente, annunciata la costituzione, nell’Hotel de la Poste, del “Cortina Wine Club Vini Estremi”, che si pone come obiettivo la scoperta, la conoscenza e la degustazione dei vini prodotti in luoghi estremi.

    http://www.winenews.it/i-capolavori-dell-agroalimentare-d-italia/30620/architettura-vino-e-paesaggio-il-tutto-in-un-equilibrio-perfetto-ecco-la-cantina-di-prometeo-premio-di-architettura-new-entry-a-gusto-cortina-2013-cortina-dampezzo-1617-giugno-con-giuria-deccezione