• IL GUSTO NELL’ARTE E NELLA CULTURA

    Senza titolo 217


    65


    Alessandro Pizzo (1972)

    Alessandro Pizzo ha cominciato a dipingere con i supporti tradizionali ma li ha
    subito abbandonati.
    La ricerca del nuovo è sfociata nell’utilizzo del Vino, venendo definito dai critici
    “artista inconsueto e volutamente disubbidiente a schemi prefissati”.
    Dopo alcuni anni di continua ricerca, ha assecondato anche altre esigenze espressive, arrivando ad utilizzare tecniche e materiali ancora diversi.
    Il risultato di queste nuove opere sfocia prevalentemente nella mancanza di colore,
    un territorio per nuovi “sprofondamenti”.
    Dal 2010 ha esposto a : Padova , Roma , Napoli , 2° Biennale di Chianciano ,
    54°Biennale di Venezia , Palermo , Perugia , 13° Biennale di Casalserugo,
    Biennale Città di Torino , Massa , Genova, Lugano (CH), Parigi (FR), Berlino (DE),
    1° Biennale di Palermo 2013.
    E’ pubblicato in Libri e Riviste d’Arte Nazionali ed Internazionali
    Vive e lavora a Padova.

    pizzo1pizzo2


    pizzo3pizzo3