• Da “Gamberorosso.it” del 14/06/2013

    GustoCortina 2013. Venissa, Vigna 1350 e i vini estremi diventano protagonisti della manifestazione di Cortina D’Ampezzo, con interventi di Gianluca Bisol e Fabrizio Zardini.

    Due giorni di incontri e degustazioni a Cortina con il focus puntato sui vigneti coltivati in luoghi estremi e sulle loro realtà nel settore vitivinicolo. Qui qualche spunto dal programma.

    È pronta a partire la seconda edizione di GustoCortina, che si terrà il 16 e il 17 giugno 2013 presso l’Hotel De La Poste di Cortina D’Ampezzo. Wine, Food, Travel e Winery saranno le quattro sezioni in cui si articolerà la kermesse ampezzana, riunendo addetti ai lavori, giornalisti e operatori di settore. L’evento si presenta come una bella vetrina enogastronomica internazionale delle eccellenze italiane, anche nell’ambito del turismo.

    Uno dei principali protagonisti della manifestazione sarà il ristorante Venissa con annesso vigneto, che già nella precedente edizione ha sancito un’amicizia pubblica con Vigna 1350, un ambizioso progetto ideato da Fabrizio Zardini eFrancesco Anaclerio con la collaborazione diFederico Menardi eGianfranco Bisaro, che consiste nel creare e curare un vigneto a 1350 metri d’altezza. “Abbiamo fatto incontrare il vigneto più profondo del mondo, Venissa, con il più elevato d’Europa” ha spiegato Gianluca Bisol ideatore del progetto Venissa “desideriamo creare un ponte enologico e culturale che unisca due eccellenze estreme: è naturale che sia nata questa amicizia speciale tra Venissa e Vigna 1350″. Per sostenere Vigna 1350, enti, aziende e privati possono partecipare al progetto “Adotta una vite” che consente di adottare un filare o una singola barbatella per incentivare la sperimentazione su tecniche di coltivazione in montagna.

    GustoCortina inoltre ha creato il Cortina Wine Club – Vini Estremi, che si pone come obiettivo quello di scoprire, conoscere e degustare vini nati in luoghi estremi, come quelli di Vigna 1350. A tal proposito durante la giornata di Domenica 16 alle ore 11 durante GustoCortina saranno presentati e messi in degustazione tre vini estremi, regalando ai partecipanti appassionati la possibilità di provare delle bottiglie davvero rare e uniche nel loro genere. Gianluca Gargano, presidente della Velier (TripleA) guiderà l’assaggio di un rosso di Bodega Barranco Oscuro ottenuto da vigneti coltivati oltre i 1300 metri nelle terre alte dell’Andalusia; Piero Lugano, titolare dell’Enoteca Bisson di Chiavari (Genova) presenterà Abissi, un metodo classico dosaggio zero da Bianchetta e Vermentino affinato a 60 metri di profondità in una baia della Riserva Marina di Portofino. Per finire Gianluca Bisol insieme a Desiderio Bisol e al winemaker Roberto Cipresso racconterà la sua sfida nel far rivivere nella tenuta storica di Mazzorbo la Dorona, da cui si ottiene il nettare da un ettaro, unico e prezioso. Alle ore 16, inoltre, Fabrizio Zardini e Gianluca Bisolsaranno i relatori del convegno “La vite pioniera – I vini estremi nel mondo”.

     

    http://www.gamberorosso.it/news/item/1017944-gustocortina-2013-venissa-vigna-1350-e-i-vini-estremi-diventano-protagonisti-della-manifestazione-di-cortina-d-ampezzo-con-interventi-di-gianluca-bisol-e-fabrizio-zardini