• DALILA DA COL

    Nella fase preliminare dell’elaborato l’alunna ha presentato una serie di schizzi legati quasi tutti al mondo agricolo. Per l’elaborazione grafico formale, è stato scelto un disegno che rappresenta un vigneto visto in prospettiva. Il vigneto è stato inserito in una struttura ad arco, arco interpretato come una “finestra” che si apre su un paesaggio naturale e che offre una veduta armoniosa sulla terra dell’uva.

    IINTERPRETAZIONI DELL’ARCO

    1. L’arco può essere visto, come parte di un balcone di una villa padronale o di una residenza nobile situata in mezzo alle vigne.
    2. E’ stata proposta un’evoluzione formale dell’arco, inserendo una colonna e altri due archi più piccoli, formando così, una bifora, elemento architettonico tipico del periodo romanico e gotico. Intorno alla colonna, si attorciglia la vite,  un grappolo di uva rossa vivacizza la composizione.
    3. Il disegno studiato, è stato realizzato con la tecnica dell’acquerello, proponendo alcune varianti cromatiche, Il motivo è stato quindi desaturato, mettendo così in evidenza la tonalità dei grigi.
    4. Nella fase successive il disegno proposto è stato semplificato ulteriormente, eliminando le      decorazioni dalla struttura della bifora. In primo piano c’è un grappolo d’uva e sullo sfondo la veduta del vigneto.
    5. Sono state proposte le varianti del disegno in positivo, negativo e con le sole linee di costruzione del motivo. L’ultimo passaggio operativo del progetto, è stato l’inserimento dell’intestazione “La Cantina di Prometeo”.
    6. E’ stata eseguita una composizione modulare di un particolare del disegno studiato. Il motivo ha un unico elemento colorato, il grappolo rosso, che ravviva la superficie dalle gradazioni di grigio.

    OBIETTIVO: CREARE UN EQUILIBRIO TRA ARCHITETTURA E NATURA.

    Dacol1
    Dacol2
    Dacol3
    Dacol5
    Dacol4
    Dacol6